Come noto a chi segue il Movimento, un’altra battaglia portata avanti è stata quella di contrastare i molteplici tentativi dei dipendenti degli enti ecclesiastici di entrare nella P.A. tramite le procedure di mobilità, in maniera del tutto illegittima!

Dopo le svariate segnalazioni, l’interrogazione regionale da parte del Consigliere F.E.Borrelli e la successiva risposta da parte della Regione a chiarire il tutto, si è arrivati all’esclusione dei suddetti dipendenti dalle procedure di mobilità attive. Una di queste è l’ASL di Caserta.

Come da parola data infatti, la direzione ha provveduto ad accertarsi che i dipendenti degli enti ecclesiastici avessero superato regolare concorso pubblico, unica prerogativa per poter partecipare alle procedure di mobilità. Dopo gli accertamenti, con la delibera n.335 del 22/03/2018, l’ASL Caserta ha provveduto ad escludere i candidati non in possesso dei requisiti richiesti. Ovviamente chi dovesse rendersi conto di errori, potrà fare riferimento alla direzione per le relative spiegazioni.

Un grazie và al Direttore Generale per aver mantenuto l’impegno preso, nonostante le molteplici situazioni da seguire.

Altro passo importante verso la regolarità delle procedure di selezione per il reclutamento del personale. Altro passo importante del Movimento e di chi da sempre ci appoggia. Altra caduta di chi tenta a tutti i costi di entrare nella Pubblica Amministrazione senza aver superato nessuna selezione pubblica!!!