Nelle ultime ore si sta assistendo in rete al tam tam e diffusione di una lettera di denuncia che ha come destinatari vari esponenti istituzionali. Tale lettera riguarda i presunti brogli organizzati per la prova di preselezione dell’avviso pubblico per infermieri indetto dall’A.O. dei Colli. Dato che ormai qualsiasi protesta o denuncia riguardante procedure concorsuali e di mobilità viene attribuita al M.I.C. & P.S. con tutto ciò che comporta tra elogi e critiche, dato che anche stavolta non si sono fatte attendere critiche ed accuse:

IL MOVIMENTO INFERMIERI CAMPANIA E PROFESSIONI SANITARIE RESPINGE CATEGORICAMENTE QUALSIASI TIPO DI ACCUSA VOLTA AD ASSEGNARE AD ESSO LA PATERNITA’ DELLA MISSIVA IN OGGETTO. LE LOTTE E LE DENUNCE SONO SEMPRE STATE FATTE “A VOLTO SCOPERTO” E MAI IN FORMA ANONIMA E QUESTA CONTINUERA’ AD ESSERE LA METODICA. OGNI COMUNICATO RISULTA FATTO TRAMITE I CANALI UFFICIALI, L’UTILIZZO DEL NOME DEL MOVIMENTO IN MANIERA IMPROPRIA SARA’ PERSEGUITO.

Si precisa che la lettera di denuncia è arrivata anche a Noi come segnalazione (lettera denuncia) e fa piacere che oltre al Movimento ci sono altri soggetti che provano a denunciare e fare qualcosa di concreto, ma a differenza nostra si evita di metterci la faccia e per quale motivo non ci è dovuto saperlo. Non sappiamo quanto ci sia di vero nella segnalazione, ma speriamo che chi di dovere possa intervenire per fare chiarezza e portare alla luce del marcio o smentire del tutto. Nel caso in cui le accuse denunciate dovessero corrispondere al vero, ciò che fa effetto è sapere che chi ha denunciato, a giudicare da quanto scrive, lo ha fatto solo ed esclusivamente perchè non è più rientrato nei “programmi” delle parti in questione, altrimenti sarebbero state tutte informazioni rimaste tra le quattro mura di casa tra chi gestisce e chi obbedisce.