Vorremmo essere “seri” e meno faziosi, ma chissà perché ci viene difficile e allora Noi ce li immaginiamo mentre scrivono la delibera, la approvano e la protocollano..e ce li immaginiamo come quando sei chiamato dalla suocera a rapporto la domenica a pranzo, ma a te come cucina la suocera proprio non và giù e in più alle 15 c’è la partita della tua squadra del cuore, ma da tua suocera si seguono solo i tornei di briscola..e tu provi a divincolarti, ma niente da fare, ingoi il boccone amaro, abbassi la testa e te ne vai dalla Gnora con la coda tra le gambe!

Ecco…Noi così ce li immaginiamo mentre scrivevano la delibera n° 592 negli uffici dell’A.O. Dei Colli, ricordandoci di quando alle richieste di spiegazioni riguardo il mancato scorrimento delle graduatorie ci veniva risposto “eh no, quelle graduatorie là andranno a morire, perché non le possiamo utilizzare perché settoriali…”

Dopo mesi di battaglie, denunce, incontri in Regione, interrogazioni parlamentari, dopo il primo risultato ottenuto (blocco avviso pubblico) finalmente ecco la vittoria: delibera n° 592 del 14/06/2017

Questo lo snodo:

Rilevato che non si ravvede per il profilo giuridico dell’infermiere alcuna distinzione in base alla disciplina lavorativa di appartenenza, e che per effetto di tale principio le diverse graduatorie di mobilità attualmente vigenti presso questa azienda, tra loro distinte in base alla sede interessata dal reclutamento, prescelta dai candidati,  nonché all’esperienza lavorativa in specifici settori assistenziali, devono intendersi tutte quali graduatorie vigenti da cui poter attingere ai fini del reclutamento di ulteriori unità di personale utilizzabile per soddisfare le diverse esigenze aziendali presenti nelle differenti unità operative.

 

La lotta è dura..ma i risultati ripagano!
NOI NON CI FERMIAMO!